Ricostruzione areola capezzolo Firenze

Ricostruzione del complesso areola capezzolo Firenze: di cosa si tratta?

La parte finale della ricostruzione del seno è la creazione di un nuovo complesso areola-capezzolo. La ricostruzione del CAC è considerata come la tappa finale del viaggio che hanno affrontato le pazienti con tumore mammario, e non deve essere considerato come un "extra". 

La ricostruzione del seno, e dunque del delicato complesso areola-capezzolo dovrebbe sempre essere discussa e pianificata già ai primi colloqui con il chirurgo plastico di fiducia. La ricostruzione del CAC è un intervento che dà un grado di soddisfazione elevato: la maggior parte delle pazienti concorda che vi è miglior senso di attrattiva, aumentato senso di completezza del proprio fisico e aumentata autostima e sicurezza generale. 

 

Come si esegue la ricostruzione del complesso areola capezzolo?

La ricostruzione del complesso areola-capezzolo viene eseguita in anestesia locale. La pelle viene sollevata e modellata a formare il nuovo capezzolo con tecniche di chirurgia plastica. Le piccole suture utilizzate sono riassorbibili; per due settimane viene applicata una piccola medicazione protettiva che deve essere mantenuta asciutta. 

Tutti i restanti punti di sutura vengono rimossi in modo indolore in clinica a 2 settimane di distanza dall’intervento. Successivamente, all'interno del reggiseno viene applicata una medicazione a piatto (1% cloramfenicolo unguento), che dovrà essere sostituita due volte al giorno e mantenuta per 4 settimane. Le cicatrici su entrambi i lati del nuovo capezzolo risulteranno incorporate e nascoste dal tatuaggio areolare.

Quali sono le complicanze della ricostruzione del capezzolo?

Tra le complicanze a breve termine (comunque rimediabili con un secondo intervento in anestesia locale), il mancato attecchimento dell’innesto, mentre l'atrofia e la perdita di proiezione del nuovo capezzolo rientrano fra le complicanze a lungo termine

Il capezzolo, comunque, può sempre essere riprodotto o modificato nel tentativo di aumentare la proiezione.

Come si ricostruisce l'areola?

La ricostruzione dell'areola viene eseguita in anestesia locale attraverso micro-tatuaggio o micro-pigmentazione. Il tatuaggio ha ampiamente sostituito l'innesto con pelle da altre zone del corpo, poiché l’intervento è semplice, efficace, con minima invasività e poche complicazioni. I principali problemi associati sono legati alla diminuzione d'intensità del colore nel tempo o alla sua alterazione rispetto all'areola sana controlaterale. 

Interventi di ricostruzione areola capezzolo Firenze, Roma, Viterbo e Pistoia

Le richieste di intervento che si riferiscono al complesso areola-capezzolo e al distretto mammario possono nascere da esigenze di natura estetica o funzionale. In alcuni casi le pazienti si rivolgono al chirurgo a causa di capezzoli piatti, invertiti o introflessi che rendono difficile o impossibile l'allattamento al seno. In altri casi a richiedere la ricostruzione del seno sono pazienti che hanno affrontato cure tumorali: la ricostruzione del complesso areola-capezzolo rappresenta la tappa finale del percorso.

Effettuare interventi di chirurgia plastica per la ricostruzione areola capezzolo Firenze non è mai stato così semplice grazie alla professionalità e all'esperienza pluriennale del Dott. Agostini.

Prenota una visita medica specialistica di chirurgia plastica per l'intervento di ricostruzione del complesso areola capezzolo Firenze.